Che cos'è un fenomeno: il concetto e gli esempi. Studio del fenomeno (2022)

22/04/2019

Cos'è un fenomeno? La parola deriva dal verbo greco phainein. Significa manifestare, brillare, apparire, manifestare. Cosa intendono gli scienziati quando usano il termine "fenomeno scientifico"? Dopo aver determinato questo fenomeno, consideriamo alcuni esempi di fenomeni spiegabili e inspiegabili.

Che cos'è un fenomeno: il concetto e gli esempi. Studio del fenomeno (1)

Definizione di fenomeni scientifici

Ti sei mai chiesto perché stai sbadigliando? Non sei il solo. Gli scienziati hanno a lungo cercato di capire le cause biologiche di questo fenomeno umano. È osservabile, cosa succede? Alcune teorie sul motivo per cui sbadiglio includono quanto segue:

• Aiuta a raffreddare il cervello.

• Il fenomeno indica che il tuo corpo non è sveglio.

(Video) K. Schneider - Il concetto di personalità psicopatica.

• Lo sbadiglio fornisce ossigeno extra al cervello.

• Prepara il cervello per una sindrome da combattimento o di volo.

Che cos'è un fenomeno: il concetto e gli esempi. Studio del fenomeno (2)

Eccone un altro: perché lo sbadiglio è contagioso? A volte solo il pensiero di sbadigliare ti farà sbadigliare. Alcune possibili cause sono:

• Gli sbadigli contagiosi mostrano simpatia.

• Forniscono una connessione sociale.

Cos'è un fenomeno? Al momento ci sono molte cose che non sappiamo. Ma ci sono scienziati e ricercatori in tutti i campi che cercano soluzioni e sono impegnati nello studio dei fenomeni. Molte persone associano i fenomeni scientifici a cose che sono inspiegabili, ma non è necessariamente così. Diamo un'occhiata ad alcuni altri esempi di fenomeni scientifici.

Che cos'è un fenomeno: il concetto e gli esempi. Studio del fenomeno (3)

(Video) 05. Il mio rapporto con l'invisibile. Alessandro Campailla

Fenomeni scientifici spiegati

Contrariamente alla credenza popolare, i fenomeni umani non devono essere incredibili. O misterioso. Se qualcosa può essere osservato attraverso i sentimenti, tra cui l'osservazione, l'udito, l'olfatto, il gusto e il tatto, questo è un fenomeno scientifico.

Che cos'è un fenomeno: il concetto e gli esempi. Studio del fenomeno (4)

Ad esempio, ti sei mai chiesto perché hai bisogno di sopracciglia? Sembra un po 'strano che tutti noi abbiamo una striscia di peli sul viso? Si scopre che lo scopo delle sopracciglia è quello di mantenere il flusso di acqua e sudore negli occhi e bloccare così la vista. Il motivo per cui questo è un esempio di un fenomeno scientifico è che puoi vederlo e sentirlo.

Quali sono i fenomeni sociali?

I fenomeni sociali sono un concetto leggermente diverso. Questo è un aspetto incredibilmente importante della vita di ogni persona. Quali sono alcuni esempi di fenomeni sociali, come influenzano l'evoluzione della società? Se pensi a tutte le conoscenze e le esperienze che riceviamo durante la nostra vita, l'importo che ha contribuito a modellare la nostra visione del mondo è probabilmente troppo grande per poter contare tutto.

Cos'è un fenomeno? Quando siamo giovani, le prospettive dei nostri genitori modellano direttamente le nostre opinioni sulle cose, come la politica o la religione, e le esperienze successive, come le relazioni romantiche, modellano le nostre percezioni dell'amore e i livelli di rischio emotivo che consideriamo accettabile. In sociologia, tale conoscenza ed esperienza sono chiamate fenomeni sociali, che sono costruzioni individuali, esterne, sociali che influenzano la nostra vita e lo sviluppo mentre invecchiamo.

Che cos'è un fenomeno: il concetto e gli esempi. Studio del fenomeno (5)

Se questa definizione sembra vaga o confusa, ciò è probabilmente dovuto al fatto che la categoria dei fenomeni sociali è incredibilmente ampia e complessa, ma il loro principio fondamentale è che sono creati dalla società, a differenza di quanto avviene naturalmente nel mondo, ad esempio i terremoti. virus o fenomeni meteorologici.

Uno degli aspetti più importanti dei fenomeni sociali è che includono il comportamento osservato di una persona, che colpisce un'altra persona. Cosa significa? Ad esempio, il razzismo è un fenomeno sociale perché questa è ideologia che le persone hanno creato, che influenza direttamente l'altro gruppo, costringendoli a cambiare il loro comportamento. All'altro estremo dello spettro, il matrimonio è anche un fenomeno sociale, perché è un atto osservabile per il quale le persone hanno creato e applicato un significato che cambia il concetto di amore e relazioni man mano che questo significato si sviluppa.

(Video) Meccanica Statistica: la teoria microscopia dei fenomeni macroscopici

Fenomeni sociali comportamentali

Che cos'è un fenomeno: il concetto e gli esempi. Studio del fenomeno (6)

Ci sono molti modi in cui altre persone possono influenzare o cambiare le nostre vite, ma tra loro i fenomeni comportamentali sono probabilmente uno dei più significativi. Ad esempio, immagina che stavi camminando lungo una strada cittadina e che improvvisamente venissi ingannato da uno sconosciuto. Non appena lo shock iniziale dell'esperienza è passato, pensa a come può cambiare il tuo comportamento da ora in poi. Probabilmente diventerai più cauto in queste situazioni, forse avresti più paura degli estranei, ecc.

Nel contesto dei fenomeni sociali, il crimine e altri atti di violenza sono incredibilmente influenti quando si tratta di modellare il nostro comportamento o le nostre opinioni su determinati argomenti. Nell'esempio che abbiamo appena usato, il comportamento di una persona, l'atto criminale nei tuoi confronti, ha influenzato il tuo senso di sicurezza fisica ed emotiva e ha cambiato il tuo modo di comportarti e di pensare da ora in poi.

Allo stesso modo, le guerre hanno un'influenza altrettanto importante di un fenomeno sociale. Prendiamo, ad esempio, il conflitto in corso in Israele tra palestinesi e israeliani. In questo caso, le azioni e la retorica di ciascuna parte influenzano costantemente gli individui in questi gruppi, e quindi cambiano il loro modo di comportarsi e il modo in cui percepiscono l'altra parte.

Fenomeni sociali storici

Che cos'è un fenomeno: il concetto e gli esempi. Studio del fenomeno (7)

A differenza di altri tipi di fenomeni sociali, i fenomeni sociali storici sono di solito un po 'più complicati e meno facilmente identificabili. Nel senso più semplice, un fenomeno sociale storico si riferisce a come le azioni precedenti o gli eventi influenzano la vita e il comportamento di una particolare persona o gruppo.

Cos'è un fenomeno come fenomeno osservato?

Che cos'è un fenomeno: il concetto e gli esempi. Studio del fenomeno (8)

Il prossimo momento Un fenomeno in un contesto scientifico è quello che viene osservato o esiste. Questo significato contrasta con la comprensione della parola in generale come qualcosa di straordinario o eccezionale. I fenomeni sono classificati in diversi modi. Ecco alcuni di loro:

(Video) Concetti fondamentali del turismo

  • La parola "fenomeno" come fenomeno naturale si riferisce a quegli eventi che si verificano o si manifestano senza un contributo umano. Gli esempi includono gravità, vampate di calore, processi biologici e vibrazioni.
  • I fenomeni sociali sono quelli che si verificano o esistono attraverso le azioni di gruppi di persone. Ad esempio, sei gradi di separazione: un fenomeno dimostrato nei social network.
  • I fenomeni psicologici sono quelli che si manifestano nel comportamento umano e nelle risposte. L'effetto dei costi sostenuti, ad esempio, è la tendenza delle persone a smettere di investire in qualcosa che chiaramente non funziona. Un altro fenomeno psicologico, l'effetto Hawthorne, è dimostrato da un miglioramento del comportamento o della produttività di una persona a seguito di una maggiore attenzione da parte di supervisori, clienti o colleghi.
  • Fenomeni visivi: questi fenomeni includono le illusioni ottiche, come l'illusione della deriva periferica, in cui le persone percepiscono il movimento in immagini statiche.

Uso filosofico moderno

Che cos'è un fenomeno: il concetto e gli esempi. Studio del fenomeno (9)

Nell'uso filosofico moderno, il termine "fenomeni" ha finito per significare "ciò che è sperimentato è la base della realtà". Nella tesi inaugurale di Immanuel Kant "Sulla forma e i principi del mondo sensuale e intelligibile" (1770), l'autore teorizza che la mente umana è limitata al mondo logico e quindi può solo interpretare e comprendere i fenomeni in accordo con le loro manifestazioni fisiche. Ha scritto che le persone possono solo permettere quanto le loro sensazioni lo consentono, ma non sperimentare l'oggetto stesso.

Che cos'è un fenomeno: il concetto e gli esempi. Studio del fenomeno (10)

Quindi, il termine "fenomeno" si riferisce a qualsiasi incidente che meriti un'indagine. Soprattutto per eventi particolarmente insoliti o con un significato speciale. Nell'uso scientifico, un fenomeno è qualsiasi evento che sia osservabile, per quanto ordinario possa essere, anche se richiede l'uso di strumenti per osservare, registrare o compilare i dati ad esso relativi.

Ad esempio, in fisica, questo fenomeno può essere descritto da un sistema di informazioni relative alla materia, all'energia, allo spazio e al tempo. Uno dei fenomeni dell'uomo è la sensazione di arti fantasma. Questa sensazione di sensibilità agli arti amputati è osservata in più del 70% dei pazienti con amputazione. Sebbene l'arto non sia più presente, riporta che lo sente. Questo è un fenomeno insolito, il cui studio sfida la logica tipica e diventa fonte di grande curiosità in campo medico e fisiologico.

Fenomeni meccanici

Un fenomeno meccanico è un fenomeno fisico correlato all'equilibrio o al movimento di oggetti. Alcuni esempi sono la culla, i motori e i pendoli gemelli di Newton. Tra i più semplici e complessi allo stesso tempo, puoi ricordare nuoto, inerzia, caduta libera e persino pressione.

Uso popolare

Che cos'è un fenomeno: il concetto e gli esempi. Studio del fenomeno (11)

Nell'uso popolare, l'essenza del fenomeno si riferisce spesso a qualcosa di insolito. Questo termine è usato più spesso per riferirsi a casi che prima contestano la spiegazione o sorprendono l'osservatore. Questi sono fenomeni insoliti, fatti rari e persino persone uniche che non sono familiari e ordinarie, che sono difficili da comprendere e realizzare, ad esempio, un arcobaleno, aurora boreale, disegni di macigni, tornado e molti altri.

(Video) IL FENOMENO DELLA GUARIGIONE - FILM DOCUMENTARIO - PARTE 1

FAQs

Che cosa è un fenomeno in scienze? ›

fenòmeno [Der. del gr. phaínomai "mostrarsi", "apparire"] [FAF] Fatto o evento suscettibile di osservazione, diretta o indiretta, naturale e spontaneo oppure provocato; è tradizionale parlare di f.

Che cos'è un fenomeno scuola primaria? ›

Per la scienza dunque il "fenomeno" è un qualunque evento osservabile e oggetto di studio. È possibile raggruppare sotto una denominazione più specifica tutti i fenomeni di un certo ambito, ed ottenere ad esempio a partire da tutti gli eventi che hanno a che fare con l'ottica e con la luce la categoria fenomeni ottici.

Quali sono i fenomeni della natura? ›

Un fenomeno naturale può essere rilevato dai sensi e non è causato dall'uomo. Inoltre non è comprensibile tramite l'intuizione o il ragionamento. Esempi classici sono l'arcobaleno, i tuoni e, passando alla biologia, la decomposizione della frutta.

Cosa sono i fenomeni fisici e chimici? ›

Un fenomeno chimico avviene1 quando la materia che forma un corpo si trasforma, cioè cambia, diventa una materia diversa. Un fenomeno fisico avviene quando la materia che forma un corpo non si trasforma, cioè rimane la stessa materia ma cambia la sua forma, il suo stato di aggregazione, la sua posizione, …

In che modo la scienza descrive un fenomeno naturale? ›

Le scienze naturali descrivono i fenomeni del mondo fisico, avvalendosi del metodo scientifico: dall'osservazione della realtà, insieme alla raccolta di dati specifici, passando alla formulazione di un'ipotesi (sulla base dei dati raccolti), la cui verifica permette di formulare dei principi, che formeranno una teoria.

Quali sono i fenomeni chimici esempi? ›

Altri esempi di fenomeni chimici sono: la cottura di un cibo, la combustione della legna, la respirazione (si consuma ossigeno e si sviluppa anidride carbonica), la digestione, l'annerimento di una posata di argento, la lievitazione del pane.

Che cosa sono le Scienze terza elementare? ›

La scienza è lo studio di tutte le cose, viventi e non viventi, che ci sono sulla Terra e nell'Universo. La scienza studia anche i fenomeni naturali fisici e chimici (elettricità, cambiamenti di stato della materia, propagazione del suono, terremoti…). Gli studiosi della scienza si chiamano scienziati.

Come si chiama il fenomeno che da origine al giorno? ›

Il moto. Il moto di rotazione che la Terra compie attorno al proprio asse, da ovest verso est, ha la durata di 23h 56m 04s e viene definito giorno sidereo. Tale intervallo di tempo non deve essere confuso con quello che è il giorno solare, la cui durata media è di 24h.

Quali sono i fenomeni naturali e quelli artificiali? ›

I fenomeni artificiali sono eventi della natura che possono essere osservati, descritti e misurati. La scienza che si occupa di studiarli è la Chimica. 2. I fenomeni naturali sono eventi della natura che possono essere osservati, descritti e misurati.

Quali sono i fenomeni naturali studiati dalla biologia? ›

-Vi sono infine dei fenomeni che avvengono solamente negli esseri viventi, cioè nei vegetali e negli animali e si chiamano fenomeni biologici (dalla parola greca bios che significa vita)., la nascita, l'assimilazione degli alimenti, la crescita, il sonno, la morte, sono fenomeni biologici.

Quali sono i fenomeni fisici? ›

Si chiama fenomeno fisico un cambiamento che avviene in natura, sia spontaneo che provocato dall'uomo. Sono fenomeni fisici , per esempio, il sorgere e il tramontare degli astri, la crescita di una pianta, la caduta di un corpo, l'accensione di un fiammifero.

Quali fenomeni studia la chimica? ›

La chimica è la scienza che studia la composizione, la struttura e le trasformazioni della materia. La chimica si basa sulla teoria secondo cui tutti i materiali che ci circondano e che costituiscono i nostri corpi sono formati da atomi (piccole particelle elettricamente neutre) e ioni (atomi elettricamente carichi).

Quanti tipi di chimica esistono? ›

Indice
  • 4.1 Chimica inorganica.
  • 4.2 Chimica organica.
  • 4.3 Chimica fisica.
  • 4.4 Chimica analitica.
  • 4.5 Biochimica.
  • 4.6 Altre discipline.

Come si rappresenta la reazione chimica? ›

Come si rappresenta una reazione chimica? Una reazione chimica viene rappresentata mediante una equazione chimica. prodotti, legati dal segno + se sono più di una. Il significato qualitativo di questa reazione è che il carbonio reagisce con l'ossigeno molecolare per dare come prodotto il diossido di carbonio.

Che differenza c'è tra le scienze naturali e le scienze umane? ›

Sono incluse nelle scienze naturali la biologia (divisa nei rami zoologia e botanica), le Scienze della Terra, la fisica classica, la chimica e l'astronomia. Si distinguono dalle scienze sociali (quali sociologia, economia) e dalle scienze umane (quali antropologia, psicologia, pedagogia).

Cosa viene studiato dalla scienza? ›

L'oggetto di studio della scienza è la realtà sensibile, vale a dire il mondo che ci circonda nei suoi diversi aspetti e ciò che rende ammissibile l'introduzione di un ente nel discorso scientifico, è la sua osservabilità di principio, cioè di registrare mediante strumenti di varia natura l'esistenza di un dato oggetto ...

Cosa insegna la scienza? ›

Lo scopo ultimo della scienza è la comprensione e la modellizzazione della natura al fine di potere prevedere lo sviluppo di uno o più fenomeni. Ogni teoria scientifica sviluppa un modello che permette la rappresentazione matematica o, più in generale, razionale del fenomeno, al fine di potere fare delle previsioni.

Quali sono i fenomeni che si manifestano nel corso di una reazione chimica? ›

I fenomeni più frequenti che si manifestano durante una reazione chimica sono: comparsa o scomparsa di un solido (es. aspirina nell'acqua; formazione delle stalattiti) cambiamento di colore (es.

Quali tipi di trasformazioni chimiche esistono? ›

1) reazione di sintesi. 2) reazione di decomposizione. 3) reazione di scambio. 4) reazione di doppio scambio.

Quale dei seguenti fenomeni è una trasformazione chimica? ›

Le trasformazioni chimiche, o reazioni chimiche, sono quelle per cui un materiale è trasformato in un nuovo tipo di materiale, con proprietà chimiche diverse. La combustione del carbone o di un pezzo di legno, l'arrugginimento del ferro all'aria o la digestione degli alimenti sono esempi di trasformazione chimiche.

Cosa fa lo scienziato classe terza? ›

Lo scienziato formula delle ipotesi, cioè prova a capire perché questi fenomeni si verificano, quali ne sono le possibili cause. Effettua degli esperimenti per appurare che le sue ipotesi siano vere.

Perché esistono tante scienze? ›

Non è un lavoro semplice, perché la realtà è così complessa che, per capirci qualcosa, conviene guardarla da differenti punti di vista: per questo motivo esistono tante Scienze. Gli scienziati sono studiosi che cercano di spiegare i fatti e i fenomeni che accadono nella realtà.

Chi sono i collaboratori dello scienziato? ›

Tratta l'argomento che generalmente si trova all'inizio dei libri di testo di scienze, vale a dire gli aiutanti dello scienziato: botanico, zoologo, chimico, astronomo, geologo, meteorologo.

Come si chiama la persona che cerca di capire e spiegare i fenomeni della natura? ›

Gli antropologi cercano di capire i vari fenomeni collocandoli nella loro realtà e confrontandoli tra le varie culture. Gli antropologi , nelle ricerche, si basano sull'osservazione “partecipante”, cioè si immergono nella vita della comunità e condividono la quotidianità.

Come si chiama l'origine delle parole? ›

L'etimologia (parola antica: già usata nel Duecento da Guidotto da Bologna) è propriamente lo studio dell'origine delle parole, si sa.

Cosa vuol dire fare fenomeno da baraccone? ›

- 1. [grossa baracca, spec. quelle che si vedono nelle fiere, nei luna park, con attrazioni e varietà] ● Espressioni: fig., fenomeno da baraccone [persona che, per le sue insolite caratteristiche fisiche o per il comportamento bizzarro, potrebbe figurare come attrazione in un baraccone] ≈ (roman.)

Come si fa il metodo scientifico? ›

Possiamo dunque individuare 7 fasi nel metodo scientifico:
  1. Osservazione del fenomeno.
  2. Formulazione dell'ipotesi.
  3. Verifica sperimentale dell'ipotesi.
  4. Raccolta dei dati.
  5. Elaborazione dei risultati.
  6. Pubblicazione dei risultati.
  7. Verifica dei risultati da parte di altri esperti attraverso questa stessa procedura (peer review)

Chi è il padre del metodo scientifico? ›

Le radici del metodo scientifico risalgono anche prima di Galileo Galilei, cioè con l'antichità, il Medioevo e il Rinascimento. Lo scienziato non si limita ad osservare, ma per lui i fenomeni devono essere risolti attraverso gli elementi quantitativi e misurabili.

Quali possono essere i fenomeni artificiali? ›

I fenomeni artificiali possono essere o non essere associati al fenomeno monetario.
...
I fenomeni artificiali sono di diversi tipi:
  • Fenomeno assoluto.
  • Fenomeno vegetale.
  • Fenomeno animale.
  • Fenomeno intelligente.
Apr 12, 2020

Cosa vuol dire artificiale e naturale? ›

Come dire: quello che ha a che fare con il corpo fisico è naturale (la mia pelle ad esempio), quello che scaturisce dall'ingegno umano è artificiale, come se venisse da altrove, da una parte di essere umano che non è naturale-terrestre.

Che cosa sono le cose artificiali? ›

ELEMENTI ARTIFICIALI = elementi costruiti dall'uomo. Il geografo studia la Terra. Egli osserva lo spazio e descrive come è fatto. elementi artificiali: case – strade – ponti – ferrovie , cioè tutte le cose costruite dall'uomo.

Che fenomeni studia la biologia? ›

La biologia è la scienza che si occupa dei viventi, delle loro parti, della loro storia, del modo in cui essi interagiscono con quanto li circonda.

Che cosa studia la scienza della biologia? ›

Le Scienze Biologiche affrontano lo studio degli organismi viventi e dei fenomeni biologici utilizzando diverse metodologie di ricerca e avvalendosi di modelli sperimentali, spesso complessi e innovativi.

Quali discipline comprende la biologia? ›

La biologìa generale studia l'organismo in se stesso (approfondendo i vari aspetti mediante molte discipline: citologia, istologia, embriologia, anatomia comparata, biofisica, biochimica, biometria, patologia generale) e l'organismo nei suoi rapporti con l'ambiente, con altri organismi (ecologia) e con la discendenza ( ...

Che cosa si occupa la fisica? ›

La fisica: studia i fenomeni naturali , come la luce o l'energia contenuta nella materia; parla di grandezze , cioè di quantità che possono essere misurate mediante strumenti (la massa si misura con una bilancia, la velocità con un tachimetro);

Che cosa si occupa la chimica? ›

Scienza che studia le proprietà, la composizione, l'identificazione, la preparazione e il modo di reagire delle sostanze sia naturali sia artificiali del regno inorganico e di quello organico.

Cosa insegna la chimica? ›

Chimica è la scienza che studia le sostanze (cioè tutte le varie specie di materia esistenti) nella loro costituzione, le loro forme elementari, la loro struttura, la loro trasformazione in altre sostanze secondo fenomeni che sono detti appunto chimici.

Quali sono le principali branche della chimica? ›

Le principali branche sono: chimica fisica (generale) chimica inorganica. chimica organica.

Dove si trova la chimica nella vita di tutti i giorni? ›

I prodotti della chimica per la nostra vita sono spesso incorporati nella stragrande maggioranza degli oggetti a noi familiari: televisori, telefoni cellulari, elettrodomestici e tanti altri.

Che cosa significa la chimica generale? ›

La chimica generale si occupa dei principi e delle leggi fondamentali della chimica: ad oggi per indicare questi studi la si indica più frequentemente come chimica fisica, ovvero l'insieme di tutte quelle trasformazioni chimiche ed energetiche della materia, con riferimento alle strutture di quest'ultima allo stato ...

Quanti sono i legami chimici? ›

I legami primari sono i legami più forti, sono più difficili da rompere e più corti perché hanno forza maggiore. Esempi di legami chimici forti sono: il legame covalente e il legame ionico. Invece, i legami secondari sono legami chimici deboli.

Quanti tipi di scienze ci sono? ›

Indice
  • 1 Arti.
  • 2 Discipline umanistiche e religiose.
  • 3 Scienze applicate e mediche.
  • 4 Scienze matematiche, fisiche e naturali. 4.1 Scienze fisiche e matematiche. 4.2 Scienze naturali.
  • 5 Scienze umane e sociali.
  • 6 Altre discipline.
  • 8 Collegamenti esterni.

Quali sono i vari tipi di scienze? ›

Scienze naturali e matematiche
  • Astronomia. Biografie , Computo del tempo , Corpi celesti , Cosmologia , Discipline strumenti e tecniche di ricerca , Fenomeni , Mestieri e professioni , Osservatori , Storia dell'astronomia.
  • Biologia. ...
  • Botanica. ...
  • Chimica. ...
  • Fisica. ...
  • Geografia. ...
  • Geologia. ...
  • Matematica.

Che cos'è la scienza scuola media? ›

La scienza è lo studio di tutte le cose, viventi e non viventi, che ci sono sulla Terra e nell'Universo. La scienza studia anche i fenomeni naturali fisici e chimici (elettricità, cambiamenti di stato della materia, propagazione del suono, terremoti…).

Perché esistono tante scienze? ›

Non è un lavoro semplice, perché la realtà è così complessa che, per capirci qualcosa, conviene guardarla da differenti punti di vista: per questo motivo esistono tante Scienze. Gli scienziati sono studiosi che cercano di spiegare i fatti e i fenomeni che accadono nella realtà.

Non sei il solo.. Alcune teorie sul motivo per cui sbadiglio includono quanto segue:. Il motivo per cui questo è un esempio di un fenomeno scientifico è che puoi vederlo e sentirlo.. Quali sono alcuni esempi di fenomeni sociali, come influenzano l'evoluzione della società?. Se questa definizione sembra vaga o confusa, ciò è probabilmente dovuto al fatto che la categoria dei fenomeni sociali è incredibilmente ampia e complessa, ma il loro principio fondamentale è che sono creati dalla società, a differenza di quanto avviene naturalmente nel mondo, ad esempio i terremoti.. Uno degli aspetti più importanti dei fenomeni sociali è che includono il comportamento osservato di una persona, che colpisce un'altra persona.. Ad esempio, il razzismo è un fenomeno sociale perché questa è ideologia che le persone hanno creato, che influenza direttamente l'altro gruppo, costringendoli a cambiare il loro comportamento.. Ci sono molti modi in cui altre persone possono influenzare o cambiare le nostre vite, ma tra loro i fenomeni comportamentali sono probabilmente uno dei più significativi.. Allo stesso modo, le guerre hanno un'influenza altrettanto importante di un fenomeno sociale.. Nel senso più semplice, un fenomeno sociale storico si riferisce a come le azioni precedenti o gli eventi influenzano la vita e il comportamento di una particolare persona o gruppo.. Il prossimo momento Un fenomeno in un contesto scientifico è quello che viene osservato o esiste.. I fenomeni sociali sono quelli che si verificano o esistono attraverso le azioni di gruppi di persone.. Nell'uso popolare, l'essenza del fenomeno si riferisce spesso a qualcosa di insolito.

Una delle maggiori conseguenze della teoria della relatività è che due eventi che sono simultanei in un sistema di riferimento possono non esserlo in un altro.. Quando le velocità di un qualsiasi corpo in movimento sono molto inferiori alla velocità della luce c , per. passare da un sistema di riferimento inerziale a un altro sempre inerziale. valgono le trasformazioni di Galileo anche per la fisica moderna.. Immaginiamo che l'osservatore sia fermo e che un secondo osservatore, che si muove di moto rettilineo uniforme rispetto al primo spostandosi nella direzione di uno dei due flash, si trovi in corrispondenza del primo osservatore nell'istante in cui, secondo quest'ultimo, vengono scattati entrambi i flash.. In questo ragionamento non ha importanza quale dei due osservatori sia in quiete e quale in moto rispetto all'altro, poiché il secondo postulato della relatività afferma che la velocità della luce ha lo stesso valore in tutti i sistemi di riferimento inerziali, sia che la sorgente sia in quiete sia che si muova di moto rettilineo uniforme.. In realtà si tratta solo di un apparente paradosso, poiché, secondo la teoria della relatività ristretta, la dilatazione temporale si può applicare ai sistemi di riferimento inerziali e, se la Terra può essere considerata con buona approssimazione un sistema di riferimento inerziale, non può esserlo l'astronave, che nel suo tragitto deve subire delle accelerazioni per iniziare il viaggio e per terminarlo.. Se L è la lunghezza dell'oggetto misurata dal sistema di riferimento in moto e L 0 è quella misurata dal sistema di riferimento in quiete, vale la relazione:. Gli effetti di questa relazione sono tanto più evidenti quanto più la velocità v si avvicina a c , mentre per velocità inferiori la contrazione delle lunghezze è trascurabile.. Un corpo che, quando è fermo rispetto al sistema di riferimento in cui avviene la misura, ha una massa m 0, detta massa a riposo, quando è in moto a velocità v ha una massa m , legata alla massa a riposo dalla relazione:. Poiché la massa di un oggetto non è costante, ma dipende. strettamente dalla velocità dell'oggetto in moto, nella meccanica relativistica. la relazione di Newton, cioè il principio fondamentale della. dinamica :. Secondo la relazione relativistica per la massa di un corpo, quando la sua velocità si approssima a quella della luce la sua massa aumenta.. La velocità c rappresenta un limite superiore non valicabile: infatti se v = c , nella relazione (1) che rappresenta la massa del corpo la quantità a denominatore sarebbe uguale a 0 e di conseguenza il corpo assumerebbe una massa infinita.. La relazione che lega la massa di un corpo alla sua energia, nota come equazione di Einstein, o relazione di equivalenza massa-energia, è data da:

La sinecologia studia l'insieme di specie (comunità) e le reti alimentari che stabiliscono, mentre l'autoecologia studia una particolare specie che affronta il suo ambiente.. Il ciclo di vita della specie, comprese le sue abitudini alimentari, di accoppiamento e di altro tipo, si adatta a queste variazioni cicliche nell'ambiente durante tutto l'anno.. Qui si stabiliscono relazioni tra individui della stessa specie, tra quelli di una specie con quelli di un'altra e di tutti con l'ambiente.. L'unità di studio dell'autoecologia è la popolazione, mentre l'oggetto di studio della sinecologia è di un livello superiore, poiché studia la comunità.. Nei deserti, il fattore limitante è l'acqua, insieme alle alte temperature, motivo per cui la maggior parte delle specie di cactus si è adattata a queste condizioni estreme di siccità.. In questi studi si stabilisce che le condizioni di forma del terreno (fisiografia), del suolo, della temperatura, dell'umidità e di altri fattori definiscono l'habitat di queste specie.

In generale si può definire l’ apprendimento come una modificazione comportamentale che consegue a, o viene indotta da, un’interazione con l’ambiente ed è il risultato di esperienze che conducono allo stabilirsi di nuove configurazioni di risposta agli stimoli esterni.. È utile sottolineare che vi sono alcuni cambiamenti nel comportamento che non sono ascrivibili ai processi di apprendimento , come ad esempio i cambiamenti comportamentali imputabili a tendenze innate alla risposta, alla maturazione o a stati temporanei del soggetto (ad esempio, cambiamenti relativi allo sviluppo di determinate fasi di età oppure i cambiamenti comportamentali conseguenti all’uso di sostanze psicoattive).. Al contario, la sensibilizzazione prevede delle risposte allo stimolo che si configurano come molto più intense rispetto alle prime presentazioni dello stimolo: il soggetto, invece di abituarsi, si è sensibilizzato a un particolare stimolo/categoria di stimoli, ad esempio stimoli dolorosi o anche eventi traumatici .. Preapprendimento : serve a determinare il comportamento operante, ovvero la frequenza della messa in atto della risposta da parte della cavia (ad esempio premere la leva) senza che vi sia alcun rinforzo positivo o negativo; Condizionamento: il ricercatore stabilisce quando deve avvenire il rinforzo; Estinzione: la risposta condizionata decade dopo un certo numero di comportamenti messi in atto perché non rinforzata mai.. Con il concetto di apprendimento latente si fanno strada le teorie cognitive dell’ apprendimento , secondo cui vi sarebbero rappresentazioni mentali cognitive che mediano il rapporto tra lo stimolo e la risposta.. In tal senso già Tolman nel 1932 dimostrò che vi può essere apprendimento senza rinforzo: osservò appunto che i topi ne apprendono la mappa del labirinto e imparano la via d’uscita senza l’introduzione di alcun rinforzo, ma plausibilmente grazie alla formazione di rappresentazioni mentali della mappa del labirinto.. Improvvisamente le azioni dello scimpanzè si organizzano in modo consecutivo fino al raggiungimento dell’obiettivo: afferra il bastone più corto con la zampa, recupera il bastone più lungo con l’aiuto del bastone più corto, e finalmente recuperare il cesto di frutta attraverso il bastone lungo.. Inoltre, Albert Bandura conia il termine modellamento, ovvero la modalità di apprendimento che entra in gioco quando il comportamento di un organismo, che assume la funzione di modello, influenza il comportamento di colui che lo osserva.. Fra le varie forme di apprendimento , per comprendere l’ apprendimento culturale è utile differenziare tra l’ apprendimento individuale, inteso come capacità di acquisire nuove informazioni a seguito di un’esperienza personale individuale e l’ apprendimento sociale , inteso come la capacità di acquisire nuove conoscenze e pratiche grazie all’interazione con i consimili.

Di conseguenza, qualsiasi definizione, incluso almeno uno di questi due termini, presuppone l'esistenza di un insieme di persone connesse, cioè la società.. Il concetto di "fenomeno sociale" non include una società che dovrebbe consistere di più di due persone?. Ad esempio, puoi prendere le caratteristiche di una persona come l'altezza e il peso, il sesso e l'età, che gli sono dati dalla natura, i suoi rapporti con le persone non hanno alcun effetto su di loro, e quindi non si adattano alla definizione di "fenomeni sociali".. adattamento all'ambiente; epistemologico (da "gnoseo" - conoscenza); informativo, responsabile del trasferimento di conoscenze ed esperienze; comunicativo, andando inseparabilmente dalla precedente; regolamentazione e regolamentazione, che regola il sistema delle norme e della morale della società; valutativo, per cui si distinguono i concetti di "buono" e "cattivo", è strettamente correlato al precedente; differenziazione e integrazione delle società; socializzazione, la funzione più umana, che è progettata per creare una persona socializzata.. È anche importante (è una conclusione logica dadato in questo articolo più di una volta la definizione) che la società è la chiave per qualsiasi fenomeno sociale.. Senza di essa, né la cultura, né la politica, né il potere, né la religione sono possibili, il che la rende una base.. Da questo punto di vista, si può notare che la riproduzione di se stesso è un esempio della funzione di autoconservazione.

Di conseguenza, qualsiasi definizione, incluso almeno uno di questi due termini, presuppone l'esistenza di un insieme di persone connesse, cioè la società.. Si presume che tutti i fenomeni sociali siano il risultato di un lavoro congiunto.. I fenomeni sociali sono un prodotto diattività vitale delle persone.. Esempi di fenomeni sociali sono il risultato dello sviluppo e del lavoro della società.. Di conseguenza, quasi tutto può essere immaginato come un fenomeno sociale.. Tutto ciò che in un modo o nell'altro ha a che fare con la società.. Ad esempio, la cultura è considerata un fenomeno sociale o la stessa società.. Il concetto di "fenomeno sociale" non include una società che dovrebbe consistere di più di due persone?. Le relazioni con le persone circostanti e le azioni umane sono correlate tra loro da un complesso sistema di interrelazioni: cause ed effetti.. Ad esempio, puoi prendere le caratteristiche di una persona come la crescita e il peso, il sesso e l'età, che gli sono dati dalla natura, i suoi rapporti con le persone non li influenzano, e quindi non si adattano alla definizione di "fenomeni sociali".. Questo perché la personalità socializzata è una parte della società, sebbene la relazione di ciascun individuo con la società possa essere diversa.. È anche importante (è una conclusione logica dadato in questo articolo più di una volta la definizione) che la società è il pegno di qualsiasi fenomeno sociale.

In partic., in Husserl, padre fondatore della scuola fenomenologica, «fenomeno» non designa semplicemente il modo di apparire delle cose al soggetto, ma anche le cose stesse in quanto si danno nei fenomeni; e perciò per Husserl la f., in quanto «ritorno» ai fenomeni, è, secondo la notissima formula, «ritorno alle cose stesse».. L’ultima grande opera di Husserl, che uscirà postuma, La crisi delle scienze europee e la fenomenologia trascendentale , proprio in rapporto a questi drammatici eventi storici ed esistenziali, pone il problema dell’oscurarsi, in gran parte inevitabile, del senso della scienza e del rapporto essenziale che esiste fra senso, storia e scientificità (di importanza grandissima, per tutta la riflessione filosofica successiva, è l’Appendice III dell’opera, dal titolo L’origine della geometria ); con una netta svolta antintellettualistica rispetto alle Idee , Husserl pone al centro dell’attenzione il rapporto con il mondo della vita ( Lebenswelt ), visto come fondamento preintellettuale di ogni costruzione di senso, prospettando l’esigenza che il mondo della cultura sappia sempre «riattivare», cioè mantenere vivo il rapporto con esso, restituendo alle scienze quel fondamento che, da Galileo in poi, è caduto nell’oblio.. Benché sia stato assistente di Husserl e ne sia stato profondamente influenzato, Heidegger imprime ben presto una svolta al pensiero fenomenologico, riprendendone le istanze ontologiche e anzi accentuandole, ma conferendo loro un senso tutto nuovo.. Documento essenziale di ciò è il § 7 di Essere e Tempo , intitolato precisamente Il metodo fenomenologico della ricerca , nel quale fin dall’inizio il problema della f. viene legato essenzialmente a quello dell’ontologia.. Al dualismo kantiano di fenomeno e noumeno si sostituisce così quello di fenomeno ed essere del fenomeno o dell’apparire.. Proseguendo nella sua ricerca, Sartre confuta l’identificazione di questi due concetti proposta da Berkeley con il suo esse est percipi : da un lato abbiamo l’essere della coscienza, che è innanzitutto coscienza irriflessa di qualcosa e solo successivamente conoscenza riflessa di sé, cogito cartesiano; dall’altro lato, abbiamo una realtà del percepito che è irriducibile alla conoscenza che ne ha la coscienza (e qui Sartre polemizza con il modo in cui Husserl ha concepito l’intenzionalità, accusandolo di idealismo berkeleyano): si arriva quindi alla conclusione che «la coscienza nasce rivolta a un essere che non è essa», che Sartre definisce come una vera e propria «prova ontologica».. In questo modo, si apre la strada che condurrà ben presto dal dualismo di essere in sé dei fenomeni e coscienza a quello di essere e nulla.. Merlau-Ponty, che, come si vede, collega Husserl e Heidegger interpretandoli assai liberamente, può dunque concludere: «Il più grande insegnamento della riduzione è l’impossibilità di una riduzione completa»; essa non mette capo, infatti, alle certezze assolute di un soggetto puro, ma alla «meraviglia» ( étonnement ) di fronte al fatto immotivato e paradossale che il soggetto si trova immerso in un mondo, tema che il filosofo francese riprende da Fink, essenziale figura di collegamento fra Husserl e Heidegger fin dagli anni Trenta.. L’esperienza che l’uomo ha del mondo è dunque sempre parziale, nuova e da ricominciare; c’è un mondo della vita e della storia che è impossibile portare alla trasparenza dell’idea.

eutrofizzazione Fenomeno di arricchimento trofico di laghi, di stagni e, in genere, di corpi idrici a debole ricambio; è dovuto al dilavamento dei fertilizzanti usati nella coltivazione delle terre circostanti o all'inquinamento organico prodotto dalle attività umane o a prodotti di rifiuto industriali.. L' eutrofizzazione è caratterizzata da un aumento notevole delle alghe (organismi microscopici simili alle piante) dovuto alla maggiore disponibilità di uno o più fattori di crescita necessari per la fotosintesi, come la luce solare, anidride carbonica e i nutrienti (azoto e fosforo).. Per contrastare l' eutrofizzazione sono necessari interventi che riducano gli afflussi di nutrienti ai corpi idrici (riduzione dei fertilizzanti in agricoltura, depurazione degli scarichi civili e industriali, trattamento delle acque di scolo delle colture tramite agenti sequestranti e impianti di fitodepurazione).. Alcune fioriture di alghe sono il risultato di un eccesso di nutrienti (in particolare fosforo e nitrogeno) nelle acque e concentrazioni più alte di questi nutrienti nell'acqua causano una crescita maggiore di alghe e piante verdi.. Il termine inquinamento nutriente si riferisce a una sovrabbondanza di nutrienti all'interno di un particolare corpo idrico ed è considerato un tipo di inquinamento idrico.. Quando si parla di inquinamento organico ci si riferisce all'effetto tossico, per l'uomo e l'ambiente, di alcune sostanze identificate come POPs, acronimo inglese per inquinanti organici persistenti.. Le maggiori cause di inquinamento delle falde acquifere sono : – I pesticidi ed i fertilizzanti usati in agricoltura.. L'inquinamento dell' acqua – o inquinamento idrico – è, in generale, la contaminazione dei corpi idrici (ad esempio laghi, fiumi, oceani, falde acquifere e acque sotterranee), dovuta di solito alle attività umane.. Tra le maggiori responsabili dell ' inquinamento idrico ci sono le industrie chimiche che producono acido nitrico, soda, acido fosforico, ammoniaca, acido solforico, acido cloridrico ecc.. Queste, innanzitutto, costituiscono un pericoloso veicolo di virus e batteri, che possono arrivare all'essere umano e provocare l'insorgere di una serie di malattie anche gravi.. L' inquinamento termico è causato dalle fabbriche In effetti, tra inquinamento globale cause c'è il riscaldamento dell'acqua che le industrie o le centrali termiche prelevano dai mari o dai corsi d'acqua.. Gli effluenti di acque reflue sono la maggiore fonte di materiali organici scaricati nelle acque dolci.. Anche le acque sotterranee possono essere contaminate da sostanze oleose allo stato liquido che si trovano a contatto con l'acqua in un modo che non porta alla miscelazione degli oli in una forma disciolta.

IL SIGNIFICATO DEL TERMINE “SVILUPPO” Come è emerso dalla sintetica rassegna dei principali contributi dei. filosofi alla riflessione sul concetto di sviluppo, nel corso del tempo. Prima di introdurre le principali teorie della psicologia dello svi­. luppo, ritengo utile chiarire l’accezione del termine “sviluppo” e il. relativo concetto, rilevanti per la descrizione e comprensione delle. diverse trasformazioni che caratterizzano il fenomeno dello sviluppo. psicologico.. “Sviluppo” è un termine linguistico che esprime il concetto di cam­. biamento, trasformazione, in senso lato, utilizzato sia a livello di senso. comune sia nel campo della filosofìa e della scienza (delle scienze natu­. rali e delle scienze umane).. Lo sviluppo implica, infatti,. un punto di partenza e un punto di arrivo attraverso un processo di. espansione-realizzazione che rende esplicito e attuale ciò che è implicito. e in potenza.. Se non è lo stadio iniziale a determinare univocamente la direzione dello sviluppo, tuttavia esso ne è la conditio sine qua non, rappresentando la base da cui si avvia il cambiamento in quanto insie­. me delle possibilità che potranno, in seguito, dispiegarsi nel corso della. crescita-evoluzione, con il contributo di specifiche condizioni ambien­. tali.. Se assumiamo come significato centrale del termine “sviluppo” le. accezioni “cambiamento, trasformazione”, certamente la direzione im­. plicita del cambiamento rappresentativamente più saliente è nel senso. dell’espansione, accrescimento; non possiamo escludere, tuttavia, la. Come sintetizzato nel Vocabolario della lingua italiana Treccani, il fenomeno. dello sviluppo riguarda diversi ambiti del reale, a diversi livelli di generalità:. dal mondo naturale (fìsica, chimica, astronomia) a quello biologico (zoo­. logia e botanica) a quello sociale (economia, finanza, tecnologia) a quello. psicologico (declinandosi nella pluralità delle aree o funzioni psichiche), ad. ambiti più specifici e specialistici, quali, ad esempio, la tecnica fotografica (in. una pellicola, il processo che fa comparire ciò che, pur essendo impresso, non. era visibile prima dello “sviluppo”), la musica (articolazione e svolgimento di. un tema in motivi interni), la cartografìa, la geometria e l’analisi matematica. (proiezioni di figure, esplicitazioni di operazioni, successione delle cifre che. compaiono dopo la virgola).. In zoologia e botanica sviluppo designa la “serie dei cambiamenti” che. si verificano in un organismo da uno stato semplice a uno più complesso; in. particolare per sviluppo embrionale si intende l’insieme delle trasformazioni. che hanno inizio nell’uovo fecondato dei metazoi e che si compiono attraver­. so varie tappe e stadi consecutivi di organizzazione sempre più complessa che. porta alla realizzazione della forma del nuovo individuo.. 4. realizzazione (attualizzazione, passaggio dalla potenza all’atto, rendendo. visibile ciò che è latente, rendendo esplicito l’implicito);. direzione involutiva, di decremento, di regresso, temporaneo o pro­. gressivo, che può portare, nel breve o nel lungo termine, a perdite e/o. a mutamenti più o meno sostanziali, come il venir meno di un’abilità. fino alla scomparsa di un essere o dell’intera specie nell’ambito di una. logica evolutiva più ampia, quale ad esempio la morte di un indivi­. duo rispetto alla sopravvivenza-evoluzione della specie, oppure di una. intera specie in favore di altre specie (come nel caso emblematico dei. dinosauri) oppure alla fine di uno stile o di un modello teorico da cui. si genera un altro stile o un altro modello teorico.. LO SVILUPPO PSICOLOGICO: PARAMETRI PER UNA DEFINIZIONE. In che cosa consiste lo sviluppo (quale è la fenomenologia dello. sviluppo psicologico, ovvero come è riconoscibile) ?. Che cosa lo rende possibile (quali risorse e condizioni interne e/o. esterne ne consentono la realizzazione)?

Secondo il condizionamento operante, concetto fondamentale del comportamentismo , i nostri comportamenti sono influenzati dalle conseguenze che questi causano e anche dall’ambiente.. Il condizionamento operante è una forma di apprendimento che consiste nell’associare uno stimolo a una risposta affinché la risposta si verifichi più o meno.. Cioè, si verifica un comportamento e dopo il comportamento c’è una conseguenza, qualcosa che accade dopo.. Se la conseguenza è considerata positiva, quel comportamento sarà più probabile che si verifichi in futuro, poiché il comportamento è associato all’evento positivo che si è verificato in seguito.. Il topo che provava il disagio dovuto alla corrente elettrica, iniziava a muoversi disperatamente intorno alla scatola e colpiva accidentalmente la leva.. La corrente elettrica in questo caso ha agito come rinforzo negativo e la fuga dalla corrente elettrica è stata la motivazione per il topo a ripetere il comportamento più e più volte.. Anche in questo caso la pressione della leva era una risposta operante e la completa interruzione del flusso di corrente elettrica ne era la ricompensa.. L’acquisizione è il processo di apprendimento del comportamento in cui il comportamento è associato a rinforzo positivo e / o rinforzo negativo.. A causa del rinforzo, il comportamento si verifica più rapidamente, più volte ed è meno probabile che scompaia.. La storia del comportamento da estinguere: l’estinzione è più rapida quando l’origine del comportamento è recente e più lenta quando il comportamento ha una lunga storia di accadimento ed è ben stabilito.. Congratulati con un bambino quando ha finito il piatto di verdure.. Francesca può alzarsi da tavola (stimolo avversivo) quando ha mangiato altri due cucchiai del suo piatto di minestrone (comportamento).

La globalizzazione ha portato gli stati più ricchi ad arricchirsi sempre di più a discapito di chi povero lo è ancora e lo sta diventando maggiormente (o meglio, i soldi finiscono nelle mani dei pochi ricchi che gestiscono il commercio di materie prime con l'occidente dei paesi in via di sviluppo).. Ma se ora è più facile lo spostamento sia di merci che di persone, è inevitabile la facilità nella transazione di denaro, per la gioia di grandi e piccoli investitori, che hanno così la possibilità di investire i propri capitali anche all’estero.. • Le tensioni acuite da tali estreme disuguaglianze possono spingere alcuni soggetti senza scrupoli a sfruttare le opportunità offerte dalla globalizzazione (estrema mobilità di persone, oggetti e denaro, grande capacità di comunicare e di coordinarsi a grande distanza) per procurarsi armi e anche le cosiddette «armi di distruzione di massa», usandole in azioni di guerra o di terrorismo.. La globalizzazione è un processo che sta prendendo ormai tutto il mondo e consiste nell’apertura dei mercati internazionali con la liberazione degli scambi commerciali e dei capitali al fine di portare in tutto il mondo le stesse idee e gli stessi oggetti di uso quotidiano e che vanno di moda nei vari periodi.. Positivi perché comunque porta lavoro dove non c’è e permette ai paesi ricchi di materie prime di poterle sfruttare ma è negativa perché anche se porta lavoro non porta soldi dato che i lavoratori sono maltrattati, sfruttati e mal pagati e poi perché i paesi ricchi comprano le materie prime di questi paesi a dei prezzi talmente bassi da sembrare assurdi ma che i paesi sottosviluppati sono costretti ad accettare pur di ricevere pochi soldi in più.. La crescita progressiva è iniziata fin dai tempi degli antichi Romani, infatti, una tra le tante ragioni del dominio di Roma nel mondo è stata, oltre l'imposizione della lingua comune, la costruzione di strade che hanno facilitato lo spostamento delle persone, quindi delle idee, delle merci ed in generale di tutto ciò che riguarda la cultura di un popolo.. Tra i tanti aspetti della globalizzazione assumono particolare importanza la lingua, la cultura tradizionale, i mass media, l’economia; la necessità di una lingua conosciuta a tutti i popoli è evidente in quanto è importante la condivisione di opinioni, informazioni, ma è ugualmente importante conservare le lingue parlate da una minoranza della popolazione che non assumono minore importanza di quelle parlate da più persone.. La globalizzazione dell’economia è stata resa possibile da tre fattori principali: la libera circolazione del denaro e delle merci nei mercati di tutto il mondo; lo sviluppo dell’informatica che ha reso possibile la circolazione in tempo reale delle informazioni; la crescita dei sistemi delle telecomunicazioni, dai telefoni cellulari a Internet, che ha ulteriormente favorito gli scambi a distanza e le comunicazioni.

Onde che si comportano come particelle, particelle che oltrepassano le barriere come fantasmi o che comunicano tra loro in modo “telepatico”... È questo lo strano mondo che gli scienziati si sono trovati di fronte quando hanno scoperto la meccanica quantistica.. «Un esperimento che mostra la natura ondulatoria degli elettroni è quello della doppia fenditura: si pone uno schermo sensibile di fronte a una doppia fenditura e si osserva che gli elettroni impressionano la lastra formando frange di interferenza, proprio come fa la luce (vedi disegno qui sotto).. Quindi, se vogliamo descrivere il comportamento di un elettrone in un atomo, possiamo solo affermare che è localizzato in una nube intorno al nucleo, e la meccanica quantistica ci indica la probabilità che, effettuando una misura, l’elettrone si trovi in un certo punto.. «Per farlo bisogna disporre, oltre al fotone da teletrasportare, di due fotoni entangled, uno in A e l’altro in B. Poi si fa interagire il fotone da teletrasportare con il primo fotone entangled (quello in A) e si comunica all’osservatore in B l’esito dell’operazione, e così facendo gli si indica come deve manipolare il secondo fotone entangled per ottenere una copia identica del fotone di partenza».. In pratica, le informazioni del fotone di partenza sono trasferite in B grazie all’intermediazione dei fotoni intrecciati: in realtà si tratta di un trasferimento di informazioni, più che di un trasferimento di materia come quello di Star Trek .. Così, con un numero “n” di qubit, la quantità di strade di calcolo che possono essere intraprese contemporaneamente è pari a 2N, cioè 2x2x2... x2, n volte: con meno di 300 qubit si supererebbe il numero di particelle dell’intero universo.. La meccanica quantistica sembrerebbe violarlo, ma non è così: la teoria permette di calcolare con certezza alcuni aspetti dell’evoluzione delle particelle, ma non tutto (per il resto bisogna accontentarsi di calcolare la probabilità che un certo fenomeno accada).

La parola "cultura" ha una grande varietà di significati.È oggetto di conoscenza di varie scienze: filosofia, sociologia, estetica, cultologia, etnografia, scienze politiche, psicologia, pedagogia, storia, storia dell'arte, ecc.. Comprende tutti i modi e le forme di conoscenza di sé e di espressione di sé che sono state accumulate dalla società e persino da un individuo.. Secondo lui, un fenomeno socioculturale è tutto ciò che le persone ricevono dal loro ambiente a causa della loro connessione con la cultura, che a sua volta è portatrice di valori "sopra-organici".. In una parola, secondo Sorokin, “il socioculturalismo »È una categoria fondamentale del mondo sociale, che implica l'indissolubilità della personalità, della cultura e della società.. E il filosofo tedesco F. Tenbrook ha chiamato questa connessione "connessione senza soluzione di continuità" di tre componenti: l'individuo, la società e il sistema di valori morali e materiali, cioè la cultura.. Questo è un intero insieme di concetti che influenzano una persona che vive in una società della sua stessa specie.. È noto dal corso di filosofia che la capacità di cambiare è una proprietà universale sia della materia che della coscienza.. Ha una struttura molto complessa, che è una formazione sistemica integrale, un insieme di azioni, relazioni, significative, dal punto di vista della società, proprietà mentali dell'individuo, che si sono formate a seguito dell'ontogenesi.. Indipendentemente dalla categoria di appartenenza, i fenomeni sono tutto ciò che può diventare oggetto di osservazione ai fini della conoscenza.

INDAGINE STATISTICA: LE FASI - Il primo problema che ci si pone in una indagine statistica è in relazione a quale aspetto, chiamato carattere, del fenomeno bisogna indagare.. individuare uno o più caratteri sui quali acquisire informazioni; individuare le unità statistiche portatrici del carattere; individuare le modalità in cui il carattere si può presentare.. I caratteri quantitativi, invece, si possono classificare in discreti (insieme finito o infinito numerabile, ad esempio il numero dei componenti di una famiglia) e contigui (carattere espresso con un numero reale, ad esempio l'altezza di un certo gruppo di individui).. Si dice media aritmetica fra n numeri, il rapporto M fra la loro somma ed n: M = (x1 + x2 + .. Una delle proprietà della media aritmetica è che lo scarto della media, cioè la differenza fra il valore osservato e la media stessa, quindi la somma degli scarti dalla media, è sempre nulla e la somma dei quadrati degli scarti dalle media aritmetica è minima.. Tale variabilità è data dalla differenza tra il valore più piccolo e quello più grande: ciò viene definito campo di variabilità ed è un numero positivo espresso nella stessa unità di misura dei dati.. Si definisce scostamento medio la media aritmetica dei valori assoluti degli scarti dalla mediana.. Il rapporto fra l’area di concentrazione e l’area di concentrazione massima viene definito rapporto di concentrazione.

La riprova sociale consiste in una dichiarazione di approvazione che conferma la qualità di una certa persona, di un'azienda, di un prodotto o di un servizio.. Big Commerce definisce la riprova sociale come "una dimostrazione che altre persone hanno condiviso la scelta di un prodotto o di un servizio in modo proattivo - per esempio con delle recensioni - quindi incoraggiando altri a fare lo stesso.". Di conseguenza, le aziende e i marchi hanno un'opportunità di generare una riprova sociale come parte integrante della loro strategia di marketing sui social media.. Noi crediamo (e abbiamo i dati per sostenerlo) che la riprova sociale sia uno dei migliori strumenti di marketing odierni per aumentare la fiducia dei consumatori all'inizio del funnel di conversione.. Il numero di visualizzazioni ricevute da questo prodotto nelle ultime 24 ore Quanti pezzi di questo prodotto sono stati finora venduti Quante persone stanno guardando il prodotto sulla pagina Il numero di recensioni del venditore scritte dai clienti La valutazione del venditore, basata sulle recensioni dei clienti. I sistemi di suggerimenti e di recensioni si affidano ai feedback di altri clienti per aiutare le aziende a incrementare le vendite e a segnalare certi marchi che altri potrebbero apprezzare sulla base delle decisioni di acquisto di persone simili a loro.. Con piattaforme di recensioni di terzi, le aziende sono costrette a considerare i feedback raccolti e a compiere gli sforzi necessari per migliorare l'esperienza dei loro clienti e il servizio offerto, allo scopo di ricevere recensioni più positive in futuro.

IL FENOMENO DEL BULLISMO “UN BAMBINO CHE SUBISCE PREPOTENZE, È VITTIMA DI BULLISMO, QUANDO È ESPOSTO RIPETUTAMENTE E PER LUNGO TEMPO ALLE AZIONI OSTILI DI UNO O PIÙ COMPAGNI” E QUANDO QUESTE AZIONI SONO COMPIUTE IN UNA SITUAZIONE DI “SQUILIBRIO DI FORZE, OSSIA IN UNA RELAZIONE ASIMMETRICA: IL RAGAZZO ESPOSTO AI TORMENTI EVIDENZIA DIFFICOLTÀ NEL DIFENDERSI”.. IL FENOMENO DEL BULLISMO TRATTI DISTINTIVI Intenzionalità: il bullo mette in atto intenzionalmente dei comportamenti fisici, verbali o psicologici con lo scopo di offendere l’altro e di arrecargli danno o disagio; Persistenza: sebbene anche un singolo episodio possa essere considerato una forma di bullismo, l’interazione bullo-vittima è caratterizzata dalla ripetitività di comportamenti di prepotenza protratti nel tempo;. IL FENOMENO DEL BULLISMO TRATTI DISTINTIVI Interazione asimmetrica, fondata sul disequilibrio e sulla disuguaglianza di forza tra il bullo che agisce e la vittima che spesso non è in grado di difendersi; Comportamento di attacco perpetrato con modalità fisiche o verbali di tipo diretto (botte, pugni, calci, offese e minacce) o con modalità di tipo psicologico e indiretto, quali l’esclusione o la diffamazione.. IL FENOMENO DEL BULLISMO SOGGETTI VITTIME-PASSIVE ANSIA; INSICUREZZA; SCARSA AUTOSTIMA; OPINIONE NEGATIVA DI SÉ, DELLE PROPRIE COMPETENZE E ABILITÀ; PREOCCUPAZIONI ECCESSIVE PER IL PROPRIO CORPO, MANIFESTATE ATTRAVERSO LA PAURA DI FARSI MALE, LE DIFFICOLTÀ NELLO SVOLGIMENTO DI ATTIVITÀ LUDICHE E/O SPORTIVE; CHIUSURA IN SE STESSI E, PER I PIÙ PICCOLI, PIANTO; STILE DI INTERNAZIONE DI TIPO REATTIVO-ANSIOSO SOTTOMESSO; SOLITUDINE ED EMARGINAZIONE IN AMBITO SCOLASTICO; RENDIMENTO SCOLASTICO INCOSTANTE E IN PROGRESSIVO PEGGIORAMENTO NELLA SCUOLA MEDIA.. IL FENOMENO DEL BULLISMO CARATTERISTICHE DEI BULLI SICUREZZA; AUTOSTIMA ELEVATA; MODELLO DI INTERNAZIONE DI TIPO REATTIVOAGGRESSIVO CON AGGRESSIVITÀ VIOLENTA GENERALIZZATA, RIVOLTA VERSO I COMPAGNI, SPESSO ANCHE VERSO GENITORI E INSEGNANTI; IMPULSIVITÀ; FORTE BISOGNO DI DOMINARE GLI ALTRI; RABBIA CHE SI MANIFESTA FREQUENTEMENTE E PER MOTIVI IRRILEVANTI; BASSA TOLLERANZA ALLA FRUSTRAZIONE;. IL FENOMENO DEL BULLISMO CARATTERISTICHE DEI BULLI DIFFICOLTÀ NEL RISPETTARE LE REGOLE; UTILIZZO DELL’INGANNO PER TRARRE VANTAGGIO; SCARSA EMPATIA; INDIFFERENZA NEI CONFRONTI DELLA VITTIMA; ABILITÀ NELLE ATTIVITÀ SPORTIVE E LUDICHE; CAPACITÀ DI AFFRONTARE E RISOLVERE SITUAZIONI DIFFICILI; RENDIMENTO SCOLASTICO INCOSTANTE E IN PROGRESSIVO PEGGIORAMENTO CON L’AUMENTARE DELL’ETÀ; MAGGIORE RISCHIO RISPETTO AI COETANEI DI INCORRERE IN ETÀ GIOVANILE IN COMPORTAMENTI DEVIANTI E/O CRIMINALI, DI ABUSARE DI ALCOOL E/O SOSTANZE.. - una struttura tanto grande e dispersiva che è¨ facile agire non visti - una organizzazione priva di punti di riferimento certi - un ambiente scolastico in cui si mescolano difficoltà preesistenti di tanti ragazzi, di ordine personale, psicologico, familiare, culturale, scolastico e che non ha le risorse, le collaborazioni, le possibilità per farvi fronte.. I fattori di rischio Riconducibili alle caratteristiche personali - la capacità empatica, di cui i prepotenti sono generalmente poco provvisti, ovvero l'essere in grado di riconoscere le emozioni degli altri, di mettersi nei loro panni; - la consapevolezza dei propri atti subiti e agiti, perchè ci sono bulli che negano le loro azioni ma anche vittime che cercano un adattamento e sono disposte a difendere i prepotenti pur di non sentirsi nella parte del più debole e non temere ulteriori ritorsioni; - l'autostima e il senso di autoefficacia, che concorrono a dare forza alle persone, a stabilire in loro un atteggiamento equilibrato nel riconoscere i propri bisogni e nel saperli esporre in modo assertivo, cioè senza per questo aggredire o misconoscere gli altri.. Fattori di rischio specifici possono essere: - una scuola dove le regole sono solo una facciata, dove non sono conosciute e capite o dove vengono regolarmente infrante, dai ragazzi e a volte anche dagli adulti; - una scuola dove non esistono sanzioni riconosciute e applicate in modo certo; - l'abitudine a luoghi di socializzazione - non solo la scuola - dove è la prassi non interessarsi ai problemi degli altri, non sentirsi squadra ma liberi battitori; - un forte grado aggressività /conflittualità del gruppo scolastico e la tendenza a far finta di niente, magari per non ingigantire ma di fatto lasciando crescere i problemi fino al loro punto di rottura; - sperimentare che ognuno deve difendersi da solo e, quando è in difficoltà , può contare solo su se stesso.. Strategie per la realizzazione del progetto: Attività che l’insegnate può proporre in classe Iniziative che possono prendere gli alunni: attivazione di spazi di ascolto-aiuto in classe e l’attività di supporto tra i coetanei.. LIVELLI DI INTERVENTO A SCUOLA POTENZIAMENTO DELLE COMPETENZE EMOTIVE Obiettivi: migliorare la capacità di riconoscimento delle emozioni e di discriminazione dei propri vissuti emotivi; favorire la comprensione del fatto che una stessa situazione non sempre provoca la stessa emozione in soggetti diversi; riflettere sul concetto di empatia e sulle ripercussioni emotive e cognitive che questo sentimento ha nei protagonisti.. MODELLI DI SUPPORTO TRA PARI Compiti dell’operatore: agire come sostegno per ragazzi arrivati da poco a scuola; organizzare giochi o altre attività socializzanti per i compagni più soli; aiutare i compagni con maggiore difficoltà di rendimento a studiare o a fare i compiti; stare vicino ai compagni rifiutati, isolati o attaccati; essere vicino ai compagni che vivono un periodo di difficoltà.. MODELLI DI SUPPORTO TRA PARI Mediazione di conflitti tra pari E’ un metodo strutturato di gestione e risoluzione delle difficoltà interpersonali a partire dall’aiuto di un team di compagni mediatori.. MODELLI DI SUPPORTO TRA PARI La partecipazione alla mediazione è volontaria ma implica l’accettazione di regole e la ricerca di una soluzione.

Il Concetto di sé è stato sovente affiancato al costrutto di Autostima , ma si tratta di due concetti ben diversi: il concetto di sé si focalizza sugli aspetti cognitivi del sé, su come ci si vede e ci si descrive nei vari ambiti della vita; l’autostima riguarda gli aspetti valutativi del sé, il valore che attribuiamo a noi stessi.. Tornando alla possibile relazione esistente tra condotte di bullismo e immagine di sé, una ricerca condotta nel 1998 ha messo in luce che un basso concetto di sé conduce alla vittimizzazione e che l’effetto di eventuali fattori di rischio è maggiore nei soggetti che hanno un basso concetto di sé e che si sentono inadeguati.. E pare che questi mostrino un elevato concetto di sé, ma in realtà ciò non denota una buona immagine di sé, piuttosto un senso di narcisismo e un tentativo di sembrare ciò che non si è. Nel caso dei bulli, per esempio, sembrerebbe che il comportamento prepotente da essi attuato sia efficace a fargli guadagnare potere, ammirazione e attenzione e, in questo modo, migliorare poi l’immagine di sé (Marsh e all, 2001).. Un ulteriore studio condotto da Caravita e Di Blasio ha evidenziato che i bulli sono solitamente dei soggetti popolari, e ciò ha portato le autrici a ipotizzare che la popolarità potrebbe condurre ad un innalzamento dell’autostima e all’adozione di condotte aggressive, in quanto il soggetto non avrebbe alcun timore di confrontarsi o di essere sanzionato dal gruppo di pari (Caravita, Di Balsio, 2009).. Essere vittime di episodi di bullismo da bambini è spiacevole nell’immediato, ma costituisce un fattore che aumenta il rischio di sviluppare diverse tipologie di disturbo oltre che nell’infanzia e nell’adolescenza anche nell’ età adulta .. Infatti, per coloro che in passato sono stati sia vittime che bulli (una vittima che è diventata a sua volta bullo o che presenta nello stesso tempo comportamenti di bullismo ) incorre il rischio di sviluppare disturbi depressivi, disturbi da attacchi di panico, agorafobia (solo nel caso delle femmine) e un aumento di rischio suicidario soltanto in relazione al genere maschile.

L'intero universo è più strettamente collegato e legato assieme di quello che possiamo immaginare, e ciò è simboleggiato dall'Uomo, il quale è un microcosmo dell'universo (che è il macrocosmo).. Scopriremo che la forza dietro questi eventi è uno SPIRITO (YAHWEH) che sta orchestrando i percorsi della nostra vita, causando coincidenze che avvengono nelle nostre esistenze, le quali in tal modo certificano la presenza di un "flusso" universale da cui tutti noi possiamo attingere.. La sua concezione di sincronicità ebbe origine attraverso le molte singolari coincidenze che i suoi clienti condividevano con lui nella sua pratica, specialmente quando iniziò a rendersi conto che gli avvenimenti andavano oltre a ciò che si potrebbe attribuire alla semplice causalità.. "Jung rivela le radici della sua idea sulla sincronicità durante una serie di cene in compagnia di Albert Einstein a Zurigo, in Svizzera, tra gli anni 1909 e 1913…Per molti anni Jung non potè fare uscire dalla sua mente questi inconsueti scambi con Einstein, e nemmeno le intriganti implicazioni che avevano per le numerose storie di singolari coincidenze che i suoi clienti gli rivelavano nella sua sala di cura, i suoi studi arcani, e ulteriori preoccupazioni, nella sua vita.". Invece che la simultaneità potremmo adoperare il concetto di coincidenza significativa di due o più eventi, dove qualcosa d'altro della probabilità del caso è coinvolto.". Quelle che trovavo erano 'coincidenze' le quali erano connesse così significativamente che le loro 'casuali' concomitanze rappresenterebbero un grado di improbabilità tale che avrebbe da essere espresso con una figura astronomica.". Di solito, tali insetti non entrerebbero dentro una stanza in penombra, ma nello stesso momento in cui la paziente menzionava lo scarabeo che aveva ricevuto nel sogno, questo scarabeo apparve alla finestra di Jung.. A sostegno di Ippocrate (** vedere la citazione introduttiva all'inizio di questo articolo) Carl Jung disse: "Il principio universale si può trovare anche nella particella più piccola, la quale quindi corrisponde al tutto, all'intero.". "[…] Si sta scoprendo che l'isolamento e la separazione di un oggetto da ogni altro è più apparente che reale; a un livello più profondo, ogni cosa – atomi, cellule, molecole, piante, animali, persone – partecipa in un fluente reticolo di informazioni.. Ebbe una visione di ogni sorta di cose striscianti inclusi animali che il suo retaggio ebraico gli vietava di mangiare, considerandoli esseri impuri (Levitico, capitolo 11).. Quando il re ascoltò il racconto del poeta, che era così simile a ciò che gli era successo, fu sicuro di avere trovato la sua amata.

Magazine, LINGUAGGI - Part II. Magazine, LINGUAGGI - Part II. Magazine, LINGUAGGI - Part II. Magazine, LINGUAGGI - Part II. Magazine, LINGUAGGI - Part II. Magazine, LINGUAGGI - Part II

Videos

1. Chiacchierata con il Prof. Antonio Rizzo (psicologia, animali, informatica, crypto)
(9minuti)
2. Spieghiamo le mafie: quali sono i tratti caratteristici delle mafie
(Università di Padova)
3. Medianità: i messaggi di Rol
(Manuela Pompas)
4. IL TURISMO COME FENOMENO COMUNITARIO
(Ang inradio - Torre del Greco - Torre dei Giovani)
5. Cos’è la Risonanza di Schumann?
(Fisica-Mente Aula Studio)
6. 2. Che cos'è la sociologia (società, cultura, identità) e cosa fa il sociologo
(Laura Pirotta)

You might also like

Latest Posts

Article information

Author: Greg Kuvalis

Last Updated: 07/22/2022

Views: 6215

Rating: 4.4 / 5 (55 voted)

Reviews: 94% of readers found this page helpful

Author information

Name: Greg Kuvalis

Birthday: 1996-12-20

Address: 53157 Trantow Inlet, Townemouth, FL 92564-0267

Phone: +68218650356656

Job: IT Representative

Hobby: Knitting, Amateur radio, Skiing, Running, Mountain biking, Slacklining, Electronics

Introduction: My name is Greg Kuvalis, I am a witty, spotless, beautiful, charming, delightful, thankful, beautiful person who loves writing and wants to share my knowledge and understanding with you.